Home / Gastronomia / Dolianova, terra di olio e formaggio
Dolianova, terra di olio e formaggio

Dolianova, terra di olio e formaggio

Unica in Sardegna l’esperienza che si può vivere a Dolianova, cittadina in provincia di Cagliari famosa per la produzione di olio e formaggi.

Qui è possibile visitare Sa Mola de Su Notariu, un museo realizzato agli inizi degli anni Duemila per volontà del titolare dello storico Oleificio Locci, con l’intenzione di propagare la cultura dell’olio e della sua lavorazione.

Il museo racconta attraverso documenti, attrezzi ed oggetti tutti riconducibili a tutte le fasi necessarie per produrre olio, la sua storia con l’intenzione di valorizzare l’oscuro lavoro che si cela dietro a questo indispensabile alimento.

Il percorso museale si districherà non solo attraverso la collezione di attrezzi e macchinari utilizzati per la produzione dell’olio ma conduce anche verso il suo aspetto culturale con una raccolta di libri e rarissimi documenti.

Chi si avvicina a questa esperienza visiterà un moderno frantoio dove verranno spiegate tutte le fasi della lavorazione delle oliva, inclusa la visita al reparto di stoccaggio e confezionamento.

Inoltre la visita al museo si alimenta anche della scoperta del suo sotterraneo dove si trova una significativa collezione di antiche lucerne che si alimentavano ad olio.

L’esperienza terminerà con un assaggio dei vari di olio prodotti dall’azienda accompagnato da un immancabile buffet a base del tipico pane carasau, olive e un bicchiere di vino locale.

Una menzione speciale merita l’importante collezione di lucerne ad olio che sono state pazientemente raccolte in molte parti del mondo e che rappresenta sicuramente un unicum in tutta la Sardegna.

Si avrà modo di conoscere il sistema di frangitura delle olive che, per millenni, è rimasto sempre lo stesso che veniva realizzato con la rotazione di una pietra che veniva fatta girare all’interno di una sorta di pozzo dove si mettevano le olive appena colte e che un asinello, faceva girare attraverso delle cinghie al quale era legato che erano annodate sull’asso centrale che impartiva il movimento.

A questa prima fase seguiva poi l’estrazione del mosto composto dall’olio e dall’acqua di vegetazione contenuta nelle olive e che venivano separate grazie all’utilizzo di sassole, sfruttate fino a quando negli anni Trenta fu inventato il separatore centrifugo.

La visita al Museo dell’Olio di Dolianova è sicuramente stimolante e fa apprezzare ancor di più questo prezioso condimento mediterraneo.

Anche il formaggio ha il suo museo

Una escursione a Dolianova è risulta molto interessante anche per coloro che soggiornano nella vicina Costa Rei, nel prestigioso villaggio iGV Club Santagiusta e che vogliono esplorare una Sardegna sicuramente da conoscere a fondo.

Approfittando della visita al Museo dell’Olio si può anche raggiungere il Museo del Formaggio creato da Ica Argiolas, proprio in questo territorio che vede la presenza di molti allevamenti di ovini.

In Sardegna, la produzione del formaggio è cosa antica e oramai fa parte a pieno titolo della tradizione di quest’isola.

La mostra che è possibile visitare racconta la ragione del successo dei formaggi sardi in tutto il mondo e che unisce alla tradizione, l’innovazione tecnologica che ha permesso una netta agevolazione in ambito di produzione che oggi può rispondere esaustivamente a tutte le richieste di mercato.

Nel museo si vedranno oggetti ed attrezzi un tempo utilizzati all’interno dei caseifici a partire dal calderone in rame occorrente per la coagulazione del latte (Su Caddaxiu) all’attrezzo utilizzato per rompere la cagliata (Su Murigu).

Il caseificio Is Argiolas che ha voluto ed organizzato questo spazio museale, permette ai visitatori di accedere alle varie sale di lavorazione dove verranno illustrate le varie tecniche di lavorazione a partire dalla indispensabile produzione fino a giungere alla stagionature delle forme di formaggio.

Una occasione speciale per apprezzare una delle eccellenze di questa terra.

Da non perdere

Alla scoperta dello Street Food di Palermo

Se per voi viaggiare è anche un po’ mangiare non potete fare a meno di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − 7 =