Home / VIAGGI / Quando e come fare un viaggio di culto
viaggio a medjugorje in pullman

Quando e come fare un viaggio di culto

La fede è un argomento molto delicato che ancora oggi, per fortuna, tocca i cuori delle persone. I soggetti molto credenti sentono spesso il bisogno di recarsi in particolari luoghi di culto, alla ricerca di una forza interiore troppe volte carente.

I viaggi verso questi posti speciali sono legati alla propria religione e a quel percorso emblematico che ci spinge a credere senza basi reali.

Nella religione cristiana soni molti i posti considerati speciali. Abbiamo Gerusalemme, in Israele (che interessa anche altre religioni) e poi ancora Lourdes, in Francia. Non dimentichiamo poi, Medjugorje, nella Bosnia Erzegovina, la portoghese Fatima, la cittadina pugliese di San Giovanni Rotondo, e Compostela, in Spagna.

Sono molti coloro che decidono di partire per questi viaggi, alla ricerca di quelle sensazioni interiori profonde. Non va vissuto come un gesto “puritano” o da clero, anzi, fare il pellegrinaggio porterà ad un lavoro interiore di ritrovamento e meditazione di se stessi. Per una vita molto più sensata e consapevole.

Ogni itinerario ha il suo perché

Ogni itinerario organizzato dalle chiese, dalle associazioni, prevede viaggi di preghiera con noleggio autobus, magari con la compagnia Longari Bus.

Essi rappresentano il frutto di una meditazione grande che cerca di porre l’attenzione massima sull’interesse del fedele e sul suo bisogno di rapportarsi a ciò in cui crede. Per cui, vengono scelti periodi dell’anno specifici, alberghi confortevoli, vicino al luogo di culto. Si organizzano giornate e moneti di preghiera, mini pellegrinaggi nel pellegrinaggio. Il tutto previo accompagnamento di guide specifiche che sapranno stare accanto ai fedeli per il percorso ad hoc.

La convenienza di viaggiare in autobus

È bene evidenziare in tal senso come per affrontare un viaggio di culto sia estremamente conveniente l’utilizzo di un autobus a noleggio con conducente.

In tal modo le persone si sentiranno molto più al sicuro, comode nel viaggio e riposate in vista della visita. Potranno fotografare il passeggio durante il viaggio e avere a portata di mano i loro bagagli.

Di solito infatti i gruppi che partono pensano molto a questo tipo di convenienza, non solo sul piano economico ma anche sul piano dell’agio, della comodità e nella massima fiducia in chi guida l’autobus.

Alla scoperta di Gerusalemme

Gerusalemme è una delle mete più peculiari versatili e stimolanti per molte religioni. Non solo infatti il Cristianesimo ne è irrimediabilmente attirato, ma anche l’ebraismo e la religione musulmana. La città in questione pullula di posti speciali per la religione ma anche per gli amanti della cultura.

Non a caso infatti chi decide di intraprendere questo sensazionale viaggio, si ritroverà a fare una capatina anche in città come Tel Aviv, Jaffa, Cesarea, Haifa. O anche, Monte Carmelo, Akko, Tiberiade, Nazareth, Monte Tabor, Cana, Lago di Tiberiade. E poi ancora, Cafarnao, Valle del Giordano, Betlemme.

Come è possibile notare sono molte le cittadine nominate che fanno capo al culto cristiano, per cui il tour israeliano, dovrebbe essere fatto almeno una volta nella vita.

 La Madonna di Medjugorje e di Lourdes

E poi doveroso era un riferimento ad un altro luogo molto caro ai cristiani. Parliamo di Lourdes e di Medjugorje.

Per quel che concerne Lourdes, sono ormai trascorsi oltre i 150 anni da quando apparve per la prima volta la Madonna a Bernadette. E da allora ormai la cittadina posta sui Pirenei è meta dei fedeli appartenenti alla chiesa cattolica che cercano solo una cosa dal viaggio. Riunirsi in una silenziosa e profonda preghiera in quella grotta ove tutto ebbe inizio.

Per Medjugorje, la storia è più recente. Le prime apparizioni cominciarono negli anni ’80, per i sei ragazzi sulla collina di Podbrdo. I fedeli sono particolarmente interessati a questa posizione di culto, e molti sono i devoti alla Madonna.

Viaggio a Fatima

Da non tralasciare è poi il viaggio a Fatima, in Portogallo. Si tratta di un posto molto suggestivo. Pare che la Vergine Maria apparve nel 1917 a dei ragazzini, rivelando quelli che oggi per la chiesa sono i cosiddetti Misteri di Fatima.

Anche in questo caso, ci troviamo davanti un viaggio peculiare, di cui i fedeli non possono fare a meno se hanno questo particolare legame con la Madonna apparsa a Fatima. Un pellegrinaggio che non delude e resta nel cuore di tutti.

About Sapori&Viaggi

Da non perdere

Dove andare ad Albavilla: l'Alpe del Vicerè

Dove andare ad Albavilla: l’Alpe del Vicerè

La località di Albavilla, in provincia di Como, è famosa tra le altre cose per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *