Home / VIAGGI / Qualche idea per il Ponte dell’Immacolata

Qualche idea per il Ponte dell’Immacolata

Il Ponte dell’Immacolata è un’ottima occasione per una vacanza prenatalizia. Staccare la spina dalla routine quotidiana, lasciare casa per vivere qualche giorno di relax e divertimento è ciò che ci vuole dopo mesi di intenso e duro lavoro. Tra le mete più gettonate ci sono senza dubbio le che per il Ponte dell’8 dicembre si vestono a festa ed iniziano i preparativi per il Natale.

Una delle più affascinanti è senza dubbio Vienna. Trascorrere il Ponte 8 dicembre a Vienna è un’esperienza magica dal momento che, con un pò di fortuna, si può ammirare questa meravigliosa ed elegante città con le strade e gli edifici innevati.

Il fascino di Vienna sta anche nei suoi Palazzi e Residenze Reali che hanno ospitato per secoli gli Asburgo: lo Schloss Belvedere e lo Schonbrunn sono due esempi della magnificienza e dello splendore dei Re che dominarono su una buona fetta dell’Europa. Sale da ballo ricche di affreschi, stanze meravigliose, opere d’arte e giardini lasciano senza fiato per la loro bellezza.

Ma durante il ponte dell’Immacolata a Vienna non possono non essere visitati i mercatini di Natale: in una città che si prepara a festeggiare la nascita di Cristo, si può passeggiare tra le strade e le piazze del centro e comprare oggetti regalo, specialità gastronomiche, giocattoli, addobbie festoni natalizi. Ve ne sono diversi in città: ta i più belli vi sono quelli in Piazza del Municipio ed in Piazza Maria Teresa. E come dimenticare il Prater? Uno dei parchi gioco più belli d’Europa con la sua ruota panoramica altissima.

Anche la capitale francese è un luogo ideale per qualche giorno di relax nel mese di dicembre. Il Ponte dell’Immacolata a Parigi riserva incredibili sorprese ai turisti: tutto il centro è completamente illuminato, così come le principali attrazioni parigine. Anche qui vi sono i mercatini di Natale anche se la tradizione è meno radicata rispetto a Vienna – ed a tutto il centro Europa. E’ impossibile visitare tutta Parigi in soli 4 giorni ma ammirando alcune delle sue bellezze ci si potrà fare un’idea generale del fascino che sprigiona la capitale francese.

La Torre Eiffel, gli Champs Elysees, la Saint Chappelle e la Cattedrale di Notre Dame – due meravigliosi esempi dell’arte gotica – l’Arco di Trionfo – voluto da Napoleano a futura memoria delle sue vittorie militari, e soprattutto il Louvre, il museo più visitato al mondo. Un patrimonio artistico come poichi altri in tutto il mondo! E poi ancora il quartiere bohemienne Montmartre con i suoi piccoli bar e caffè affacciati sulle piazzette. E la gita in battello sulla Senna per un ponte dell’8 dicembre davvero romantico.

About puntorada

Da non perdere

Dove andare ad Albavilla: l'Alpe del Vicerè

Dove andare ad Albavilla: l’Alpe del Vicerè

La località di Albavilla, in provincia di Como, è famosa tra le altre cose per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *